Istituto Comprensivo "Destra Torre" di Aiello del Friuli (Ud)
 space.tin.it/scuola/dfnbe
 aiellosm@tin.it

L'istituto si presenta. 
Le linee essenziali 
(Piano dell'Offerta Formativa)

Le motivazioni di fondo   

L'Istituto Comprensivo di Aiello trova la sua ragione di esistere nella realizzazione di un prodotto didattico finale che abbia le caratteristiche della competitività rispetto alle opzioni formative degli altri soggetti limitrofi deputati ad analoga offerta formativa.
Con tale presupposto è necessario che esso goda del favore dell'utenza, per la quale dunque devono essere create le condizioni della condivisione delle macro-scelte educative.
Ne consegue un'azione diretta a:

  1. aggiornare contenuti disciplinari curricolari, sviluppando nei discenti competenze e organizzazioni di lavoro adeguate alle esigenze poste in atto dalla civiltà contemporanea;
  2. favorire il successo formativo degli alunni attraverso:
    • la valorizzazione delle singole potenzialità;
    • la creazione di un favorevole clima relazionale;
    • la ricerca della motivazione come perno centrale della prassi scolastica quotidiana;
    • interventi a supporto delle inclinazioni, delle propensioni dei singoli alunni a livello di pre-requisiti, di abilità, di competenze (= preorientamento; orientamento);
  3. introdurre discipline aggiuntive, in alcuni casi ad opzione, rispetto al curricolo ministeriale;
  4. ricorrere alla notevole gamma di opportunità fornite dall'informatica e più in generale dalle nuove tecnologie;
  5. interagire, non solo sul piano dell'organizzazione scolastica e della definizione degli orari, ma anche sulla definizione di alcuni proposte educative, con gli Enti Locali di riferimento;
  6. interagire con altri soggetti presenti sul territorio portatori di progetti - proposte educativo-didattiche;
  7. adottare soluzioni didattiche che comportino interventi anche sul piano dell'orario delle lezioni (tempo normale; tempo prolungato; rientri pomeridiani; corsi scolastici integrativi a domanda; classi aperte; articolazione delle lezioni in 5 o 6 giornate settimanali);
  8. confrontarsi con i sistemi educativi di altre realtà, in particolare con quelli di Paesi dell'Europa Comunitaria;
  9. ridurre il fenomeno dell'insuccesso scolastico, che implica conseguenze sul piano della dispersione e dell'abbandono precoce del sistema formativo;
  10. favorire l'integrazione didattica tra i diversi gradi dell'istruzione;
  11. introdurre sistemi di valutazione del prodotto scolastico che prevedano il ricorso sempre più diffuso a soggetti esterni all'istituzione, non esclusi gli utenti.
Le sedi dell'Istituto

Scuola dell'infanzia
"B. Stringher"
Via Cavour
33041 Aiello del Friuli
tel. 0431-998786

Scuola elementare
"Don Bosco"
Via Cavour
33041 Aiello del Friuli
tel. 0431-99149

Scuola media
"Achille Venier"
Via Manzoni n° 12
33041 Aiello del Friuli
tel. 0431-99160

Scuola elementare
"G. Marcotti"
Via Roma
33040 Campolongo al Torre
tel. 0431-999835

Scuola dell'infanzia
Via degli Alpini
33050 Ruda
tel. 0431-99441

Scuola elementare
"T. Tasso"
Via Gorizia
33050 Ruda
tel. 0431-998788

Scuola media
"C. Deganutti"
Via V. Libertà
33050 Perteole
tel. 0431-999966

Scuola dell'infanzia
Via Redipuglia
33050 San Vito al Torre
tel. 0432-997251

Scuola elementare
Via Roma
33050 San Vito al Torre
tel. 0432-997794

Scuola dell'infanzia
Via Gorizia
33040 Tapogliano
tel. 0431-999921

Progetto educativo d'Istituto   

A partire dall'anno scolastico 2000/2001 viene attivato un Piano Educativo d'Istituto, cui tutti i Plessi faranno riferimento, con l'obiettivo di realizzare un percorso scolastico unitario per gli alunni dai 3 ai 14 anni.

Altre offerte formative integrative
  • Lingua Inglese a partire dall'ultimo anno delle Scuole Materne fino alla conclusione della Media dell'obbligo.
  • Per le Scuole Medie (a domanda): viene garantito lo studio di una 2^ lingua straniera (Francese - Inglese ad Aiello; Inglese - Tedesco a Perteole di Ruda), nonché l'avviamento allo studio della Lingua Latina (dalle Classi Seconde).
  • Per le Scuole Materne ed Elementari: potenziamento attività psico-motoria ed espressiva con intervento di esperti esterni.
  • Per le Scuole Medie (a domanda): attività di informatica; gruppo di avviamento alla pratica sportiva (attività pomeridiana).
  • Altre offerte formative integrative potranno essere poste in atto in stretta collaborazione con le richieste dell'utenza.
  • Si avrà cura di creare situazioni - pur in maniera differente da plesso a plesso - che mirino alla conservazione e al potenziamento della Lingua Friulana.
  • Nei piani annuali di Plesso, visionabili dagli interessati presso ciascuna scuola, sono espresse offerte formative integrative riguardanti singole Scuole.
Informatica e Multimedialità
  • Con l'anno scolastico 2000/2001 tutti i Plessi dell'Istituto Comprensivo di Aiello sono collegati in Internet.
  • Entro 2 anni, tutti i Plessi disporranno di laboratori (più o meno consistenti) di informatica.
  • Il ricorso a strumentazioni di carattere multimediale, anche da parte dei discenti, sarà sempre più frequente.
L'Ente Locale  

Per tutti i Plessi l'Ente Locale è non solo fonte di acquisizione di risorse, ma anche supporto a significative esperienze didattiche progettate in maniera integrata.

Altri soggetti educativi
  • Tutte le Scuole di Aiello, Ruda, Tapogliano aderiscono al "Progetto Teatro" del Centro Servizi Spettacoli di Udine.
  • La quasi totalità dei plessi di Scuola Elementare e Media è portatrice di un "Progetto Lettura" elaborato in collaborazione con le locali Biblioteche Comunali e con altre Biblioteche della Provincia. Alcuni plessi di Scuola Materna attuano in collaborazione con le locali biblioteche un "Progetto di avvicinamento alla Lettura".
  • Presenti molti altri soggetti esterni che interessano singoli plessi: l'A.F.D.S., l'A.D.O.; l'A.N.A., l'A.I.R.C., la Protezione Civile, il Servizio di Vigilanza urbana, l'U.I.L.D.M., ecc.
  • Tutte le Scuole che fanno riferimento ai Comuni di Ruda, San Vito, Tapogliano partecipano ad un progetto di Educazione Ambientale in collaborazione con la cooperativa GAIA di Udine.
Interventi sulla struttura delle Classi e sull'orario delle lezioni

Scuole d'infanzia

  • Tutte le Scuole dell'Infanzia adottano sistemi che prevedono fasi di attività in pluri-sezioni con potenziamento di fasce orarie per recupero di alunni in difficoltà o realizzazione di attività laboratoriali.

Scuole elementari

  • Di concerto con i Comuni ci si sta avviando verso un sistema con offerte scolastiche integrate. Ci si riferisce al tempo normale e/o tempo prolungato: ogni plesso avrà così una sua propria caratteristica e l'utente potrà optare per la scelta che ritiene più opportuna.
  • Alcune attività laboratoriali vengono condotte in pluriclasse. In certi casi anche il supporto ad alunni in particolare situazione di svantaggio. Per questi si creano anche situazioni di piccolo gruppo.
  • Nei Plessi di Aiello e di San Vito è da prevedersi circa a metà dell'anno scolastico la sospensione della normale articolazione delle lezioni per consentire l'attivazione di particolari progetti. Presso le Scuole succitate sono acquisibili informazioni più particolareggiate.

Scuole medie

  • La presenza presso la Scuola Media di Aiello di n° 2 opzioni (a Tempo Normale; a Tempo Prolungato) consente al genitore di operare un'opportuna scelta.
  • Tutte le attività opzionali che non raggiungono un numero apprezzabile di adesioni se rapportate all'unità classe, vengono condotte "con classi aperte". Per alunni in particolari situazioni di difficoltà, molto frequente il ricorso al piccolo gruppo.
Il confronto con i sistemi educativi stranieri

Scuole medie

  • Si è attivata una forma di partenariato che prevede anche lo scambio di alunni con la Scuola di Metnitz (in Carinzia).
  • Da anni è in corso un programma di scambio tra la Scuola Media di Perteole ed una Scuola della Palestina.

Scuole elementari/medie

  • Si è attivata una forma di partenariato che prevede anche lo scambio di alunni con una Scuola dell'Isola di Malta.
L'insuccesso scolastico
  • Per prevenirlo si ricorre a tutti i supporti "tradizionali": programmazione individualizzata; strutturazione della classe in "piccoli gruppi"; L. n° 104/92 per alunni in condizioni di svantaggio; servizio sociale di ambito, ecc.
  • Vi si aggiunge: è stato costituito, attraverso un'intesa di programma tra Scuole, Comuni, A.S.S., Servizio Regionale di Orientamento ed altri soggetti privati e pubblici un Osservatorio di Area per la prevenzione della Dispersione Scolastica (esposta all'albo di tutte le Scuole). All'uopo, con fondi della L. n° 285/97, è stata istituita la figura di un operatore con relativo ufficio. Presente anche una figura di docente utilizzata su specifico progetto.
  • La presenza di alunni extra-comunitari che sta diventando sempre più significativa (dal Marocco, dall'Ucraina, dal Kossovo, dalla Croazia, ecc.; ma ci sono anche rapporti significativi con alunni della Bielorussia) obbliga ad un'attenzione crescente verso il fenomeno dell'interculturalità: il contatto con i soggetti che vi si occupano (R.U.E.; E.R.M.I.; ecc.) si sta facendo sempre più intenso.
  • L'istituzione dell'Istituto Comprensivo, in quanto tale, è molto probabilmente un supporto significativo per prevenire l'insuccesso scolastico e l'abbandono, ove si realizzino favorevoli condizioni di continuità educativa e didattica.
La Continuità Educativa e didattica
  • Tutti i plessi dell'Istituto attuano iniziative di continuità didattica con gli ordini scolastici successivi.
  • Tutti i plessi dell'Istituto adottano un progetto di accoglienza per gli alunni che provengono dagli ordini scolastici precedenti.
  • E' stato realizzato un accordo di programma tra gli Istituti Medi Inferiori e Superiori del Distretto di Cervignano per la continuità tra i diversi ordini scolastici. Se ne può prendere visione all'Albo della Scuola Media di Aiello e di Perteole.
Verifica e valutazione

A fine anno scolastico la presente gamma di offerte formative d'istituto verrà sottoposta a verifica (per constatarne la realizzazione o meno) e valutazione (per misurarne l'efficacia-efficienza).
Dagli esiti così ottenuti scaturirà una relazione finale che verrà sottoposta a discussione dagli Organi Collegiali ed infine verrà resa pubblica.
L'obiettivo è quello di addivenire a sperimentazioni relative a certificazioni di qualità del servizio.

L'Organizzazione    
  

L'apparato dei docenti

  • L'Istituto Comprensivo di Aiello è caratterizzato da una notevole parcellizzazione di sedi scolastiche su un territorio piuttosto vasto. Affinchè l'organizzazione sia in grado di funzionare si prevedono le seguenti forme di decentramento:
  • Delega di funzioni e scelte dal Capo d'Istituto ai fiduciari di Plesso.
  • Delega di momenti organizzativi dal Capo d'Istituto a titolari di funzioni-obiettivo (gestione del piano dell'offerta formativa; interventi e servizi per studenti; realizzazione di progetti formativi per il personale in servizio).
  • Istituzione del Comitato di Presidenza, costituito dal Capo d'Istituto e dai suoi Collaboratori (1 docente di Scuola Materna, 1 docente di Scuola Elementare, 1 docente di Scuola Media): compito essenziale, su delega - mandato degli OO.CC., è quello di operare le macro-scelte di carattere didattico.
  • All'interno del Comitato di Presidenza, il Collaboratore Vicario ha il compito di fornire supporto al titolare della funzione-obiettivo che si occupa di interventi e servizi per studenti.
  • Un docente addetto alla vigilanza della sezione staccata, con diritto al semiesonero, con delega del Capo d'Istituto relativamente a:
  • Monitoraggio degli interventi degli EE.LL. sulla struttura degli edifici, su arredamento e su interventi in conto capitale di tutte le Scuole Materne ed Elementari dell'Istituto.
  • Monitoraggio del materiale educativo e didattico in dotazione dei vari Plessi dell'Istituto.
L'Ufficio

Nella "Carta dei Servizi e delle Garanzie" sono descritti i servizi relativi all'area amministrativa.